Terrazze e Giardini, Le Rose nella Storia

Rose profumatissime, la panoramica completa di MondoRose e Fiori

Questo articolo propone una panoramica completa delle rose profumate che esistono e che, gran parte, sono disponibili nella sezione Shop del sito e al vivaio MondoRose e Fiori in provincia di Firenze.
In una passeggiata in un giardino di profumi, la rosa non può mancare.
Coltivata dall’uomo da millenni la rosa gallica officinalis e la rosa damascena fanno parte del nostro patrimonio olfattivo, ma non sono le uniche!

Le rose e i loro profumi non smetteranno mai di meravigliarci!

Rose antiche

Fu scoprendo le rose antiche che mi sono appassionato alle rose.
Da una parte le damascene ci riportano al profumo di rosa per antonomasia, la Kazanlik coltivata in Bulgaria, o la Ispahan con le note di cuore delicate e femminili. Sono le rose che vengono coltivate su larga scala per l’estrazione del prezioso olio essenziale, perchè fra i tanti profumi di rosa, questo riesce a superare il riscaldamento della distillazione.

Probabilmente discendenti delle damascene, le centifolie , apparse nel ‘600 in Europa, arricchiscono le note di cuore con elementi speziati vibranti. La Fantin Latour che raggiunge dimensioni quasi da rampicante, o la Noblesse sono spettacolari. La specie R.Centifolia viene coltivata in Provence nel sud della Francia ed è stata portata in Marocco nella valle delle rose e viene utilizzata per estrazione dell’Assoluto di rosa Centifolia, di solito con solventi per non perdere l’estrema ricchezza di questo profumo.

E’ stato riscoperto anche in profumeria il nobile profumo della rosa Alba Maxima detta anche la rosa d’York, più delicato ma struggente.

Mentre stupiscono sempre le rose muscose , mutazioni di rose centifolie che hanno sviluppato una forma di muschio sotto i bocci dall’intenso profumo di resina, spesso abbinato ad un boccio profumato tipico delle rose della seconda metà dell’800. Citiamo, inoltre, la Salet e la René d’Anjou entrambe splendide in tutti giardini dove sono state piantate.

L’elenco delle rose antiche profumate è per fortuna ricchissimo fra Bourbon, Portland e Ibridi Perenni, vi rimando alle Rose Antiche Profumate disponibili nella sezione Shop del nostro sito.

Kazanlik
(dal 1689)

Ispahan
(prima del 1832)

Fantin Latour
(1940)

La Noblesse
(1856)

Centifolia
(dal 1650)

Alba Maxima
(prima del 1400)

Salet
(Lacharme 1854)

René d’Anjou
(Moreau & Robert 1853)

Rose inglesi

David Austin è riuscito negli anni 80 a riportare l’attenzione sulla rosa antica e sulla ricchezza dei
suoi profumi. MondoRose e Fiori consiglia:

Ma l’aspetto più curioso riguarda un gruppo di rose dal profumo speziato di mirra piuttosto raro anche fra le antiche (mi viene in mente la Belle Amour) che troviamo da uno dei primi ibridi creati da David Austin: Constance Spry . E cosi per stupire e rapire potrete sfoggiare una Santa Cecilia ® per niente accademica…

Gertrude Jekyll ®
(Austin 1986)

Sharifa Asma ®
(Austin 1989)

Jude the Obscure ®
(Austin 1995)

Golden Celebration ®
(Austin 1986)

Lady Emma Hamilton ®
(Austin 2005)

Constance Spry
(Austin 1961)

St Cecilia ®
(Austin 1987)

Lady Emma Hamilton ®
(Austin 2005)

Rose Moderne Profumate

E’ ovvio, il commercio promuove l’immagine più del profumo! Così negli anni era passato in secondo piano ma oggi, anche fra le rose moderne, il profumo torna alla ribalta. Dopo Austin, il fascino delle rose antiche ha contagiato tutti.
Alcuni fra gli ibridi più riusciti, in un elenco tutto da completare (fatevi avanti! scrivete le vostre proposte a info@mondorose.it)

Meilland

Tantau

Nirp

Papa Meilland ®
(Meilland 1963)

Prince Jardinier ®
(Meilland)

Elle ®
(Meilland 1999)

Line Renaud ®
(Meilland)

Goethe Rose ®
(Tantau 2009)

Gartentraume ®
(Tantau)

Amour de Molène ®
(Nirp)

Parfum Royal ®
(Nirp)

Profumi fra i rampicanti

Quando sono profumate le rose rampicanti raggiungono l’apice.
La Sombreuil dal profumo squisito di rosa antica diventa lo scenario ideale per un angolo di giardino appartato con panchina.
La Crimson Glory dall’intenso profumo agrumato rallegra un ingresso dando il buongiorno la mattina quando le note di testa volano con le prime ore di sole.
Con i rampicanti, sia la quantità di fiori prodotti a maggio, che la loro posizione sopra di noi riescono ad avvolgerci completamente anche quando l’intensità del profumo del singolo fiore non fosse eccezionale. Così la Banksiae Alba con il suo profumo fresco o ancora la R. Bracteata con il profumo dolce e labile del fiore appena aperto.

Sombreuil
(Moreau 1851)

Crimson Glory
(Kordes 1935)

Banksiae Alba

Bracteata

Per concludere il profumo non è mai garantito!

Se la rosa ha sete, ha fame, è stanca oppure semplicemente è ancora in un vaso di 20cm sotto il sole
cocente di Giugno… non ha tanta energia da dedicare al sedurre l’insetto “volage” con il suo
profumo!
Ma quando la rosa starà bene non passa inosservata e ci regalerà uno dei piaceri più dolci che ci sia.

Un caro saluto, Arnaud.

Related Posts