Terrazze e Giardini, Coltivazione, Coltivazione delle erbacee perenni

Piantare ad Ottobre e godersi il giardino in primavera

Ottobre piovoso, campo prosperoso

…recita un proverbio popolare, ed ha ragione! Potremmo anche dire chi semina raccoglie…

Ottobre, mese autunnale centrale, corrisponde al momento della semina, figurata e reale.
E’ in questo momento dell’anno che conviene investire nel proprio giardino piantando alberature, arbusti decidui e sempreverdi, siepi, rampicanti, erbacee perenni e tutte quelle piante che non temono il freddo, seminare i prati.
In Italia non è molto diffuso questo tipo di approccio.
L’italiano è impulsivo e reagisce e agisce stimolato da un’emozione.
Questo significa che è più consono per la nostra mentalità pensare al giardino o per emulazione quando ci lasciamo incantare da una fioritura primaverile, (…quella bella rosa del parco sotto casa la voglio anch’io!) o quando sentiamo l’approssimarsi della bella stagione.

E’ ora di lasciare l’impeto da parte e usare la tecnica con il risultato di una giardino già impostato per la primavera e solo da godere e mantenere.

Perché? Semplice capirlo.

Piantando in autunno le piante che vanno in un periodo di dormienza lavoreranno solo a livello profondo e radicale, avranno tutto il tempo necessario per adattarsi al nuovo ambiente e acclimatarsi aiutate da piogge più frequenti tipiche della stagione. Al loro risveglio e stimolate da una leggera concimata le radice ormai ben posizionate avranno un forte impulso e muoveranno sempre più in profondità in cerca di acqua e fresco. Questo permetterà alla pianta una maggiore autonomia idrica nel periodo primaverile ed estivo.
Inoltre non ci lasceremo sorprendere dalla stagione che incalza ma avremo solo il compito di osservare il frutto del lavoro impostato in autunno e interloquire con il nostro giardino. Un altro motivo importante è cercare di ridurre al massimo le attività irrigue per la scarsità di acqua a cui stiamo assistendo nel rispetto di una maggiore consapevolezza ambientale

e quindi buon giardinaggio a tutti… senza aspettare Maggio 🙂

Ho trovato questa citazione che voglio condividere con voi. Mi piace perchè sottile e raffinata!

L’estate ha due Inizi
Inizia una volta in giugno
Inizia in ottobre
Coinvolgendo di nuovo
Senza Chiasso, forse,
Ma più nitida per la Grazia
Com’è più bello l’andarsene
Che il restare di un Volto
Si accomiata poi – per sempre
Per sempre – fino a Maggio

Per sempre è caduco
Eccetto per quelli che muoiono

Emily Dickinson, trad. di Giuseppe Ierolli