Terrazze e Giardini, Info e News, Coltivazione, Coltivazione delle erbacee perenni

Forbice da potatura: la migliore amica del giardiniere.

Ogni giardiniere sa che fra le operazioni indispensabili in giardino la potatura è senza dubbio la più importante ed imprescindibile se si vogliono avere piante sane ed abbondanti fioriture. Così per le nostre amate rose nei mesi invernali ci si deve dedicare con impegno a preparare la pianta per la nuova stagione dandole forma e stimolando la nascita di nuove ramificazioni forti e fiorifere.

Per questa operazione è fondamentale dotarsi di un buon paio di forbici da potatura che devono garantire un taglio netto e preciso, facilità d’uso e manutenzione, buona ergonomia e durabilità. E’ meglio spendere un po di più e dotarsi di uno strumento che, se ben tenuto, ci accompagnerà per tutta la vita; le forbici economiche costruite con materiali scadenti durano poco, si rompono facilmente e perdono l’affilatura molto velocemente, il che si traduce in tagli ‘sporchi’ che possono compromettere la velocità di cicatrizzazione e la salute della pianta.

Abbiamo quindi deciso di condividere con voi la nostra esperienza maturata in anni di lavoro con strumenti di diversi marchi e tipologie, illustrando quelli che nel tempo hanno dimostrato di essere più affidabili e qualitativamente superiori.

Era il 1948 quando Felco stabilì lo standard per le moderne forbici da potatura professionali; nacquero infatti in quell’anno le Felco 2 , forbici indistruttibili con corpo in alluminio forgiato e lame in acciaio temprato che restano ancora oggi, a distanza di oltre 70 anni le più conosciute ed imitate al mondo.Sono dotate di un sistema di chiusura semplice e facilmente accessibile, hanno lame sostituibili ed una buona capacità di taglio. La molla di ritorno è del tipo a bovolo. E’ dotata di un ammortizzatore in gomma dura il quale riduce il contraccolpo tra i 2 manici all’atto del taglio riducendo lo stress alle articolazioni di mano e polso limitando l’insorgere di disturbi muscolo-scheletrici. Alla base della lama è presente inoltre un piccolo recesso che può essere usato all’occorrenza come tagliafili. Sono senza dubbio un’ottimo strumento di lavoro, affidabilissimo, ben bilanciato e di facile reperibilità. La lunghezza è pari a 21.5cm e la capacità di taglio è di 25mm con un peso di 240 grammi.

 

Negli anni, le forbici si sono evolute soprattutto per venire incontro a coloro che ne fanno un’uso professionale e quindi intensivo. Si è capito infatti che la posizione delle lame in asse con l’impugnatura tende ad affaticare l’operatore provocando in alcuni casi anche dolori articolari e tendiniti dovute al fatto di dovere esercitare forza in modo continuativo con la mano ruotata verso il basso e l’articolazione del polso in posizione di stress. Sono nate così le forbici ergonomiche che hanno la caratteristica di avere l’apparato di taglio inclinato verso il basso il che riduce la rotazione della mano e l’affaticamento specie nelle sessioni di potatura prolungate. Le Felco 8 sono state progettate per rispondere a questa esigenza e garantiscono un’ottima ergonomia e facilità d’uso; l’impugnatura risulta ben salda e perfettamente bilanciata e rimangono ‘leggere’ anche dopo diverse ore di lavoro. Le lame sono sostituibili ed ogni componente è facilmente reperibile. Molla di ritorno a bovolo e sistema di ammortizzazione uguali alla sorella maggiore. La lunghezza è pari a 21cm e la capacità di taglio è di 25mm con un peso di 245 grammi.

Anche dall’altra parte del mondo, in Giappone, la cura delle piante è un grande fattore culturale ed il giardino è un luogo di riflessione e benessere psico-fisico in cui tutti gli elementi naturali che lo compongo nutrono mente e corpo. Anche qui si è sviluppata un secolare tradizione nella potatura del verde che si accompagna alla storica vocazione nipponica per la lavorazione degli acciai e quindi alla produzione di ottimi strumenti da taglio.

La ARS VS è una forbice da potatura con corpo in lega di alluminio e lame in acciaio al carbonio temprato con rivestimento al cromo   che offre una maggior durezza, resistenza alla ruggine ed una durata superiore. L’impugnatura è di tipo ergonomico con apparato di taglio inclinato ed un’efficace sistema di chiusura di facile azionamento. La molla è di tipo elicoidale ed offre un’ ottima azione di ritorno; è posizionata fra due inserti in gomma dura che agiscono come ammortizzatori con grande efficacia. Le lame sono sostituibili e vengono fissate alle impugnature attraverso un sistema a doppia vite e dado esagonale. Un elemento interessante è la possibilità di scegliere fra 3 diverse misure in base alla dimensione della propria mano. VS-7XZ è la più piccola con lunghezza pari a 180mm, capacità di taglio di 19mm ed un peso di 212 grammi. VS-8XZ con lunghezza pari a 200mm, capacità di taglio di 22mm ed un peso di 220 grammi. Per mani più grandi la VS-9XZ ha una lunghezza di 227mm, capacità di taglio di 25mm ed un peso di 257 grammi.

 

Come la spada della tarantiniana Beatrix Kiddo costruita dal grande maestro Hattori Hanzo in Giappone, la forbice Okatsune porta con sè un fascino unico. La struttura è molto spartana ed è costruita interamente in acciaio; i manici in acciaio stampato sono rivestiti da guaine in gomma rossa e bianca ( i colori del sol levante ) mentre lama e controlama sono costruite con acciaio speciale Izumo Yasugi, lo stesso adoperato per le Katana dei leggendari Samurai. Le caratteristiche fisiche e le tecniche di lavorazione di questo acciaio fanno sì che le lame raggiungano una durezza impareggiabile ( 60/61 sulla scala Rockwell ) il che si traduce in tagli perfetti con minimo sforzo e lunga durata dell’affilatura. E’ incredibile la facilità con cui queste forbici riescono a tagliare anche il legno più duro! La lama, appuntita ed affilata come un rasoio, taglia in modo chirurgico riuscendo ad infilarsi con facilità anche fra le ramificazioni più serrate. La molla di ritorno a V è estremamente reattiva e la chiusura di ogni taglio è accompagnata da un caratteristico ‘click’ che è il suo marchio di fabbrica. L’impugnatura e la posizione dell’apparato di taglio sono di tipo ergonomico, inclinati verso il basso. Il sistema di chiusura posteriore è molto originale ed efficace. Vengono prodotte in tre misure per meglio adattarsi a tutte le mani. La 101 è molto piccola misurando 180mm con capacità di taglio di 25mm e peso pari a 177 grammi. La 103 è intermedia con 200mm di lunghezza, capacità di taglio di 25mm e peso pari a 202 grammi. Infine la 104 con i suoi 201mm di lunghezza e 238 grammi di peso è la più grande pur mantenendo la stessa capacità di taglio di 25mm.

Per tutte le vostre forbici la raccomandazione è di mantenere sempre una buona affilatura, pulirle, disinfettarle ed oliarle ad ogni sessione di lavoro; in questo modo dureranno più a lungo, non vi affaticheranno e ridurranno la trasmissione di agenti patogeni fra le vostre piante.

Per concludere se non siete disposti a spendere cifre considerevoli per un buon paio di forbici ma neppure volete sprecare soldi per un prodotto scadente il consiglio è di frugare fra i vecchi attrezzi rimasti chiusi nei cassetti dei vostri avi. Probabilmente troverete un paio di forbici semplici in acciaio forgiato di ottima fattura ancora perfettamente funzionanti; una buona affilatura,una messa a punto ed una goccia di olio e saranno senz’altro in grado fare un buon lavoro.

M o N e T